Personaggi illustri



Giambattista Bodoni


(Saluzzo 26 febbraio 1740 - Parma 30 novembre 1813)

 

Nato in una famiglia di tipografi che aveva riportato l'arte a Saluzzo nel 1669, dopo più di un secolo e mezzo di assenza, compì i primi studi nel Regio Collegio cittadino, facendo esperienza di intagliatore nell'officina paterna. Nel febbraio 1758 partì per Roma, dove lavorò alla tipografia della Sacra Congregazione di Propaganda Fide ed apprese al Collegio della Sapienza gli alfabeti di numerose lingue orientali. Apprezzato dall'abate Costantino Ruggeri e dal cardinale Spinelli, ebbe l'incarico di riordinare i punzoni dei caratteri orientali incisi due secoli prima dai francesi Garamond e Le Bé e poté realizzare xilografie e sottoscrivere un Pontificale e un Rituale in lingua copto-araba.

Nel 1766 lasciò Roma con l'intento di raggiungere Londra poiché in Inghilterra l'arte tipografica, per merito di W. Caslon e J. Baskerville, stava attraversando un felice periodo di rinascita, ma una malattia lo fermò a Saluzzo. Poiché il duca di Parma Ferdinando di Borbone intendeva fondare una tipografia reale, su consiglio del direttore della Biblioteca Palatina, il padre teatino torinese Paolo Maria Paciaudi, fu interpellato il Bodoni per organizzarla e dirigerla. Il Saluzzese accettò l'offerta e giunse a Parma il 24 febbraio 1768. La stamperia, installata nell'ala occidentale del Palazzo della Pilotta, vicino alla propria abitazione, iniziò l'attività con materiale tipografico ordinato a Parigi a Pierre Simon Fournier, ma, trascorsi due anni il Bodoni fu in grado di fondere da sé i caratteri e nel 1771 pubblicò il primo campionario di propri Fregi e majuscole, seguito nel 1788 dal secondo Manuale Tipografico. Accanto alla vasta produzione di scritti d'occasione, di editti e manifesti, di testi scolastici e universitari, della Gazzetta di Parma, si delinearono i primi capolavori: gli Epithalamia exoticis linguis reddita (1775), nel quale venticinque città piemontesi esprimono in altrettanti alfabeti esotici gli auguri per il matrimonio di Carlo Emanuele I di Savoia, la cronologia dei vescovi saluzzesi, edita in occasione della nomina dell'amico e compagno di studi Giuseppe Lovera all'episcopato della città natale(1783), l'Anacreonte per la cui stampa furono incisi splendidi caratteri minuscoli greci (1784). La fama di Bodoni è mondiale: nel 1782 fu insignito del titolo di Tipografo di Camera dal re Carlo III di Spagna, mentre Carlo Denina, vivendo a Berlino, raccoglieva e trasmetteva a Parma le richieste di libri e caratteri avanzate dallo stesso re di Prussia, e da numerosi librai e tipografi; Benjamin Franklin gli scrisse nel 1787 da Filadelfia per elogiarlo. Pressanti furono le richieste delle autorità francesi e spagnole di trasferire l'officina bodoniana a Milano, Madrid e Roma, alle quali il duca di Parma non diede il suo assenso, ma consentì al Saluzzese nel 1790 di aprire una tipografia privata, all'interno del Palazzo Reale. Da questa officina uscirono i classici e la produzione più personale e da qui partirono, le quattro casse di libri destinate alla città natale dallo stesso Bodoni, con disposizione testamentaria, che costituiscono il nucleo originario della collezione, oggi visibile all'antico palazzo dei Vescovi. Per il ministro spagnolo Josè Nicolas de Azara fu stampata nel 1791-l'anno del matrimonio di Giambattista con Margherita Dall'Aglio, - l'opera di Orazio, il primo dei classici, seguito dal Virgilio, e, per il libraio londinese J. Edwards, il romanzo di Walpole The castle of Otranto. Iniziò nel 1795 la collaborazione con Pietro Miliani di Fabriano, fondatore dell'omonima cartiera in grado di produrre carta di ottima qualità, per la stampa degli splendidi in-folio, come l'Iliade in greco, iniziata nel 1803 e conclusa cinque anni dopo, l'Oratio Dominica ovvero il Padre Nostro in 155 lingue del 1806, alcuni classici della letteratura italiana (Dante, Tasso, Petrarca, il Pastor Fido), Le pitture di Antonio Allegri detto il Correggio, Le più insigni pitture Parmensi, i quattro classici francesi (Fénelon, La Fontaine, Racine e Boileau), editi per l'istruzione del figlio di Gioachino Murat. Nuovi riconoscimenti e soddisfazioni coronarono il suo costante impegno a favore dell'arte tipografica: nel 1798 i coniugi Bodoni furono ricevuti dai sovrani di Sardegna alla Venaria Reale, e, a Saluzzo furono applauditi dalla folla festante, nel 1806 il Saluzzese espose a Parigi quattordici edizioni e vinse il primo premio, a scapito della celebre dinastia dei tipografi Didot, Napoleone gli decretò una pensione vitalizia, la città di Parma gli consegnò una medaglia d'onore e alla sua morte gli riservò il seppellimento nel Duomo. Nel 1818, a cura di Margherita Dall'Aglio, fu stampato il terzo Manuale tipografico, il campionario dei caratteri posseduti e la “summa” tipografica dell'artista. Nel 1821 il Comune di Saluzzo incaricò il consigliere Michele Borda, architetto del re Carlo Felice, di “compiacersi di formare un disegno d'armadi con quel gusto moderno che il conosciuto di lui genio nell'architettura gli presenterà come più adatto al locale e all'uso” per la conservazione della collezione e per l'esposizione del busto del tipografo, copia in gesso della scultura realizzata da Gian Battista Comolli nel 1809. La grandiosa libreria fu realizzata nel 1822 dal minusiere saluzzese Francesco Grandis.

 

Per approfondire:

Leonardo Bistolfi, LXVII, in Nei parentali di G.B. Bodoni, Saluzzo, Coi tipi dell'antica Tipografia fratelli Lobetti-Bodoni, 1913, pp.137-140

La collezione bodoniana della Biblioteca civica di Saluzzo, a cura di g.bertero, premessa di m.l. sebastiani, catalogazione di m. g. castiglione, contributi di a.ciavarella, l.farinelli, g. montecchi, d. moschini, s. gorreri, g. marchetti, a. mavilla, e. cabiati, l. c. maletto, Collegno, Altieri, 1995

Gianpiero Casagrande, Le bodoniane di Bodoni e quelle degli altri nella Biblioteca Civica di Saluzzo in “Bibliofilia subalpina”, Torino, Centro Studi Piemontesi, 2001, pp. 49-85.

La collezione bodoniana della Biblioteca Civica di Saluzzo, cd-rom, Saluzzo, Fondazione Cassa di Risparmio, 2003 (in vendita a €.10,00 all'antico palazzo dei Vescovi-via Volta 8)

Collezione permanente IGAV

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Giambattista Bodoni

Andrea Appiani, Ritratto di Giambattista Bodoni<br>
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Francesco Costa

Foto di Francesco Costa<br>
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Giovanni Battista Eynaudi

Trattato di omeopatia<br>
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Tommaso Chiaffredo Laugeri

<p> Dictionnaire
pittoresque</p>
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Giuseppe Manuel di San Giovanni

<p>
Lodovico Della Chiesa</p>
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Alessio Ollivero

<p> Busto di Alessio Ollivero</p>
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Carlo Fedele Savio

<p>Fotografia del
canonico Carlo Fedele Savio</p>
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Ulderico Verrone

<p>
Giovanni Maria Scavini</p>
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Cattedrale Santa Maria Assunta

La grandiosa Cattedrale di Saluzzo, eretta tra il 1491 e il 1511

per ospitare il seggio vescovile

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Accademia Gioffredo Cappa

Fotografia Accademia Cappa
Una ventata di innovazione nella formazione musicale
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Via Alessandro Volta

Conosciuta col nome di "Portij scür" (portici scuri) 
per via del caratteristico porticato basso
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

I Piccoli Musici Suzuki di Saluzzo

Trenta bambini con un curriculum d'eccezione
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Fondi Storici della Biblioteca Civica e Collezione Bodoniana

La collezione bodoniana
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Monastero dell'Annunziata

Dal 1986 ospita la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Corale Le Tre Valli

I suoni delle tradizioni oltre i confini delle Valli
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Casa Pellico

Il famoso scrittore e patriota trascorse qui i primi anni d'infanzia

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Associazione culturale NonSoloMusica

Connubio tra Musica e Arte
per conoscere le più originali forme di espressione

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Pilone San Chiaffredo

In memoria del santo martire più rappresentato 

del saluzzese

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

I Polifonici del Marchesato

Un successo con oltre 300 concerti
in Italia e all'estero
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Salita al Castello

La splendida via che porta al cuore del borgo trecentesco
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Accademia Filarmonica di Saluzzo

Giovani musicisti

eredi del ricco patrimonio artistico della città

 

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Castello dei Marchesi - La Castiglia

Il castello di Saluzzo, al culmine della città vecchia

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Complesso bandistico Città di Saluzzo

50 musicisti per proporre un repertorio 
contemporaneo e dinamico
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Chateau D'Yquem Lur-Saluces

Straordinario vino bianco 
con radici nobiliari tra i Marchesi di Saluzzo
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo della Civiltà Cavalleresca

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

I Vini

Rosso, Pelaverga, Quagliano, Quagliano Spumante:

i profumi D.O.C. dei vigneti collinari

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo della Memoria Carceraria

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Antico Palazzo Comunale

Edificio di rappresentanza di una vera capitale del Rinascimento

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

La fiera di S.Andrea, detta anche 'dei Pôcio'

"la fiera delle nespole, una gran bella fiera, 
richiama a Saluzzo la gente forestiera"
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

El mercà d’le fômne

La fotografia di un patrimonio di tradizione e cultura,
protagoniste le donne delle colline saluzzesi
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Pinacoteca Matteo Olivero

Pinacoteca Matteo Olivero<br>
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Torre Civica

Simbolo di forza indipendente 

dal potere marchionale e dall'influenza religiosa

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo del tempo e delle meridiane di Bellino

Patrimonio unico nel suo genere,

passeggiando tra le borgate di Bellino

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

La frutticultura

Il più importante polo ortofrutticolo del nord ovest italiano,
produzione di qualità e gusto
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Chiesa e Convento di San Giovanni

Sede cittadina dei Domenicani dal 1325

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Il Tumin del Mel

Ricetta tramandata di generazione in generazione,
tra le borgate di Frassino e Melle
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Via San Giovanni

Da cui ammirare uno splendido panorama 
sulla catena del Monviso.
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Il Castelmagno D.O.P.

Prodotto utilizzando esclusivamente latte 
proveniente da allevamenti della zona di origine
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

La Gallina Bianca di Saluzzo

Presidio Slow Food, per la sua carne
di eccellenti qualità organolettiche
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo Civico Casa Cavassa

Uno degli edifici-simbolo del rinascimento saluzzese

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Chiesa di San Bernardo

Con il campanile rivestito da scandole di terracotta smaltata

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Saluzzo - Santa Cristina - Verzuolo - Saluzzo

Mountain Bike
24 Km, disl. mt. 500
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Municipio - ex Collegio dei Gesuiti

Uno fra i più maestosi palazzi cittadini

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Saluzzo - Castellar - Pagno - Saluzzo

Mountain bike
20 Km, dislivello mt. 350
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Saluzzo - Busca - Cuneo

40 Km, pianeggiante
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Sacrestia della Chiesa di Sant'Ignazio

Sacrestia Chiesa Sant'Ignazio
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Chiesa di San Nicola

Con dipinti a finte architetture e sacrario decorato

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Saluzzo - Busca - Dronero - Cartignano - Saluzzo

40 Km, pianeggiante
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Confraternita della Misericordia

Anche detta “Croce Nera”, 

per via delle camicie nere indossate dagli aggregati

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Collina e centro storico di Saluzzo

11 Km, dislivello m. 100
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Porta Vacca

Una delle sei porte della seconda cinta muraria

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Saluzzo - Lagnasco - Verzuolo - Manta - Saluzzo

32 Km, pianeggiante
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Ex Caserma Mario Musso

L'antico quartiere di Cavalleria Militare

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Saluzzo - Castellar - Rifreddo - Revello - Saluzzo

40 km, pianeggiante
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Saluzzo - Barge - Paesana - Sanfront - Saluzzo

36 Km, dislivello m. 350
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Osservatorio Amleto Bertoni

Osservatorio Bertoni<br>

Spazio museale dedicato alla memoria del Cav. Amleto Bertoni, in cui è riprodotta in originale l'ambientazione dell'ultima dimora saluzzese, con i relativi cimeli

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Chiesa di Sant'Agostino

La prima pietra del’edificio fu posta il 13 febbraio 1500
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Saluzzo - Abbazia di Staffarda - Saluzzo

36 Km, pianeggiante
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Santuario della Consolata

Nel 1509 subì grandissimi danni a causa di un violento terremoto

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Pancalieri - Villafranca - Saluzzo

42 Km, pianeggiante
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Istituto Civico Musicale

Oltre 200 allievi per i corsi strumentali e vocali

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Giro del Monviso

Uno dei più spettacolari trekking d'alta quota d'Europa,
tra gli affascinanti profili del "Re di Pietra"
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Da Porta a Porta

Percorso ideale per la pratica del trekking urbano,

tra storia, arte e scorci pittoreschi.

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Piazza Risorgimento

Fino al 1960 la piazza ha ospitato il tipico mercato delle acciughe
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Piazza Castello

Il centro della vita sociale del borgo trecentesco
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Castello della Manta

Il salone Baronale, la Sala delle Grottesche:

testimonianze prestigiose di pittura tardogotica e manierista

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Santuario di San Magno

Suggestiva meta di pellegrinaggio dal 1500
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo dj Pels (dei capelli), Elva

La lavorazione delle trecce

per le parrucche dei Lord e delle dame d'Europa

 

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Racchette da neve

Percorsi attrezzati per gustare il silenzio secolare delle montagne
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

La Passeggiata del Marchese

Passeggiata fuori porta immersa nel verde con eleganti scorci urbani
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Chiesa e Convento di San Bernardino

L'edificazione del complesso risale al 1471
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Castelli di Lagnasco

Lo straordinario complesso monumentale 

"Castelli dei Tapparelli d’Azeglio"

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Antica abbazia Santi Pietro e Colombano di Pagno

Al suo interno il bellissimo “Arcangelo S. Michele”, 
opera di Hans Clemer del XVI secolo
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo Civico Luigi Mallè

Le preziose collezioni pittorico-artistiche 

dello storico d'arte di Dronero

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Sci da Fondo

Percorsi che si snodano tra boschi 
e splendidi scenari naturali
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Giro di San Lorenzo

Un percorso collinare molto suggestivo,
da affrontare con un pò di allenamento
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Corso Italia

Vero cuore pulsante dell'economia cittadina 

e punto di incontro dell’animata movida saluzzese

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Villa Belvedere

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Castelli di Costigliole Saluzzo

Tre castelli che costituiscono un complesso 

dal grande valore ambientale e storico

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Santuario di San Chiaffredo a Crissolo

Dedicato al popolare soldato della Legione Tebea

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Filatoio Rosso di Caraglio

Il filatoio più antico d'Europa ospita esposizioni di alto livello internazionale.
Fotografie: proprietà dell'Associazione Marcovaldo.

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Istituto per i beni musicali in Piemonte

Promozione, ricerca e pubblicazioni discografiche 
relative alla cultura musicale del Piemonte
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Sci Alpino

Piccoli comprensori disseminati negli angoli più caratteristici
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Salita a Santa Cristina

In mezzo a fresca vegetazione boschiva,
con area attrezzata in posizione panoramica
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Monumento a Silvio Pellico

Al centro di piazza Vineis, 
la statua dedicata al famoso scrittore e patriota saluzzese
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Fontana di Santa Caterina

Acqua con particolari proprietà organolettiche 

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Castello di Castellar

Ospita il Museo delle uniformi militari 

e armamenti leggeri del Regio Esercito Italiano

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Convento della Trappa del Mombracco

Di origine medievale, è stato occupato da trappisti francesi
in fuga dalla rivoluzione
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Pattinaggio sul ghiaccio

Divertimento per tutte le età su piste di ghiaccio naturale
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Via Silvio Pellico

Elegante zona pedonale, luogo di ritrovo e di passeggio
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Pilone Botta

Punto di partenza del sentiero 
che conduce al santuario di Santa Cristina

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Castello Malingri di Bagnolo Piemonte

Ai piedi del castello si trova il “Palazzo”,

residenza attorniata da un parco con alberi secolari

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Santuario di Valmala

Il principale della diocesi saluzzese, 
tra i più noti dell’intero Piemonte
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Monumento a Carlo Denina

L'autore de "Delle rivoluzioni d'Italia", notevole successo letterario del 1700

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Santuario di Santa Cristina

Eretto sulla sommità di un grande anfiteatro erboso nel XV secolo
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Castello del Roccolo di Busca

Preziosa dimora con parco plurisecolare,

studiato secondo i canoni del giardino romantico

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Abbazia di Staffarda

Imponente complesso in stile romanico-gotico,

incorniciato dalla catena del Monviso

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Piazza Cavour

Nata per ospitare la prima stazione ferroviaria,
oggi è il centro del mercato ortofrutticolo e floreale
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Cappella di San Lorenzo

Offre lo spunto per ricordare 
l’antico insediamento di Saluzzo
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Monastero femminile di S.Maria della Stella

All'interno dell'importante monastero cistercense,
la postazione multimediale del "Paesaggio storico del Mombracco"
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo dell'arpa Victor Salvi

L'affascinante percorso di Salvi Harps,

leader mondiale nella produzione di arpe

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Scuola di Alto Perfezionamento Musicale

Considerata il college italiano della musica e delle tecnologie
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Piazza Garibaldi

Sotto i portici si teneva il mercato dei bozzoli
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Giardino botanico di Villa Bricherasio

Stupenda opera d'arte viva 

plasmata da Domenico Montevecchi

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

La Fabbrica dei Suoni

Avveniristico percorso ludico-didattico,

unico nel suo genere in Europa

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Sinagoga

La volta della sala di preghiera riccamente affrescata

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Ospedale

Progetto dell’architetto monregalese Francesco Gallo, 
rappresentante del barocco piemontese
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Collegiata di Revello

Con il portale in marmo di Calcinere

e la porta in legno suddivisa in pannelli decorati

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo Occitano Sòn de Lenga

Vetrina didattica per un approccio gradevole e dinamico 

alla cultura occitana

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Monumento a Giovanbattista Bodoni

Incisore e tipografo saluzzese,
lascia alla città una preziosa collezione di 250 opere
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Cappella Marchionale di Revello

Conserva un ciclo pittorico tra i più interessanti 

della pittura piemontese del cinquecento

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Balma Boves, Sanfront

Caratteristico microcosmo agricolo e funzionale

ricavato nell'anfratto della roccia

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Stazione ferroviaria

Sulla Piazza si trova il monumento ai Caduti 
dello scultore torinese Guido Bianconi (1943)
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Parrocchiale Santi Filippo e Giacomo a Verzuolo

La storica parrocchiale domina l’antico borgo della “Villa”
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo etnografico di Ostana

Nell’antico Palazzo Comunale,

la ricostruzione di antichi ambienti di vita ad Ostana

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Chiesa parrocchiale di Elva

Uno dei monumenti più straordinari delle Alpi occidentali

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo storico etnografico di Sampeyre

Le tradizioni raccontate attraverso gli antichi mestieri

e la tipica manifestazione Baiò

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA
prev next

Eventi da non perdere


19
da Domenica 19 Novembre a Lunedì 2 Aprile
Mostre

La scelta di Giulio. Viaggio di un paesaggista nel secolo che distrusse il paesaggio

Saluzzo
La Castiglia
5
da Martedì 5 Dicembre a Domenica 7 Gennaio
Cultura

Orari e chiusure dei Musei nel periodo delle festività natalizie

Saluzzo
Musei cittadini
16
Sabato 16 Dicembre
Manifestazioni

Laboratorio per famiglie natalizio presso i Fondi Storici

Saluzzo
Fondi Storici della Biblioteca Civica di Saluzzo
prev next

In primo piano


prev next