Musei ed Ecomusei
Fa parte dell'itinerario: Da Porta a Porta



Pinacoteca Matteo Olivero

Saluzzo, Via Salita al Castello


Al secondo piano dell'Antico Palazzo Comunale, in Salita al Castello, è stata allestita la Pinacoteca dedicacta a Matteo Olivero, il pittore di Acceglio che espose a Parigi, Bruxelles e Monaco, e che dal 1905 al 1930 aveva allestito lo studio proprio in Salita al Castello, a pochi passi dal nuovo museo.
L’esposizione comprenderà 67 dipinti, 17 disegni e 2 sculture scelti dalla dr. Maggio Serra tra i più significativi dell’intera collezione suddivisi in quattro ambienti espositivi sulla base di altrettante tematiche: Il tempo del realismo sociale, L’adesione al divisionismo, Gli anni Venti, Il metodo di lavoro.
In apertura sarà messa in luce la sensibilità dell’artista nei suoi anni giovanili per i temi sociali, da ricondurre all’ambiente artistico torinese della sua formazione, tra realismo e simbolismo, che trovò una particolare rispondenza nella psicologia dell'artista. I dipinti esposti, alcuni dei quali inviati dallo stesso pittore nelle capitali europee, si distinguono per dimensioni medio-grandi. Completano la documentazione dell’attività di questi anni due Autoritratti di turbata introspezione e ritratti maschili e femminili sommessi o dolenti.
Le opere della seconda sezione testimoniano le differenti ricerche e le riuscite dell’artista dai primi del Novecento fino alla grande Guerra: il linguaggio del colore diviso -soprattutto nelle tele più tarde - è volto ad un personale dialogo con la natura delle campagne e delle valli cuneesi, con i loro spettacolari panorami alpestri.
Nella terza sezione, testimonianza degli anni Venti, Olivero, senza abbandonare l’ortodossia divisionista, ama esprimersi anche con una pittura di tocco o di delicate velature, riscontrabile in freschissimi paesaggi.
L’ultimo ambiente prosegue gli esempi dell’attività di ritrattista esercitata con continuità dall’Artista. Il centro dell’attenzione è tuttavia costituito dall’esteso dipinto divisionista Mattino: alta valle Macra esposto a Parigi nel 1910, che per le eccezionali dimensioni (mm.410x223) esige di essere esposto nello spazio più grande, con visibilità a distanza.
Un nucleo di non secondario interesse della collezione è formato dai disegni, in parte studi per dipinti presenti nel Fondo o di altra proprietà, in parte eseguiti direttamente en plein air. La loro presenza è opportuna oltre che per il loro intrinseco interesse qualitativo, anche per il significato di ulteriore esemplificazione del metodo di lavoro dell’Artista.

Tra le vie del Borgo di Saluzzo

Itinerari in Città
INIZIA

Cattedrale Santa Maria Assunta

La grandiosa Cattedrale di Saluzzo, eretta tra il 1491 e il 1511

per ospitare il seggio vescovile

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Porta Santa Maria

Aperta nella seconda cerchia di mura del 1379, 
di fronte all'antica Pieve di Santa Maria
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Via Alessandro Volta

Conosciuta col nome di "Portij scür" (portici scuri) 
per via del caratteristico porticato basso
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Fondi Storici della Biblioteca Civica e Collezione Bodoniana

La collezione bodoniana
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Monastero dell'Annunziata

Dal 1986 ospita la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Casa Pellico

Il famoso scrittore e patriota trascorse qui i primi anni d'infanzia

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Pilone San Chiaffredo

In memoria del santo martire più rappresentato 
del saluzzese
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Salita al Castello

La splendida via che porta al cuore del borgo trecentesco
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo della Civiltà Cavalleresca

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo della Memoria Carceraria

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Antico Palazzo Comunale

Edificio di rappresentanza di una vera capitale del Rinascimento

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Pinacoteca Matteo Olivero

Pinacoteca Matteo Olivero<br>
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Torre Civica

Simbolo di forza indipendente 

dal potere marchionale e dall'influenza religiosa

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Via San Giovanni

Da cui ammirare uno splendido panorama 
sulla catena del Monviso.
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Museo Civico Casa Cavassa

Uno degli edifici-simbolo del rinascimento saluzzese

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Chiesa di San Bernardo

Con il campanile rivestito da scandole di terracotta smaltata

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Municipio - ex Collegio dei Gesuiti

Uno fra i più maestosi palazzi cittadini

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Sacrestia della Chiesa di Sant'Ignazio

Sacrestia Chiesa Sant'Ignazio
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Chiesa di San Nicola

Con dipinti a finte architetture e sacrario decorato

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Confraternita della Misericordia

Anche detta “Croce Nera”, 

per via delle camicie nere indossate dagli aggregati

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Porta Vacca

Una delle sei porte della seconda cinta muraria
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Ex Caserma Mario Musso

L'antico quartiere di Cavalleria Militare
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Osservatorio Amleto Bertoni

Osservatorio Bertoni<br>

Spazio museale dedicato alla memoria del Cav. Amleto Bertoni, in cui è riprodotta in originale l'ambientazione dell'ultima dimora saluzzese, con i relativi cimeli

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Chiesa di Sant'Agostino

La prima pietra del’edificio fu posta il 13 febbraio 1500
VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA

Santuario della Consolata

Nel 1509 subì grandissimi danni a causa di un violento terremoto

VISUALIZZA SCHEDA COMPLETA
prev next

Eventi da non perdere


6
Sabato 6 Agosto
Cultura

Sotto il cielo dei Marchesi - Aspettando la notte di San Lorenzo

Saluzzo
centro storico e Castiglia
7
Domenica 7 Agosto
Cultura

#domenicalmuseo

Saluzzo
Casa Cavassa
14
da Domenica 14 Agosto a Domenica 21 Agosto
Cultura

Porte aperte a ferragosto

Saluzzo
Musei cittadini
15
Lunedì 15 Agosto
Cultura

Chicche d'estate

Saluzzo
centro storico
prev next

In primo piano


prev next